IC Markets | Analisi completa del Broker

Oggi vi proponiamo una guida completa sul broker IC Markets, famoso in tutto il mondo.

Questa piattaforma offre ai suoi clienti molti strumenti finanziari, ma anche spread piuttosto bassi, varie opzioni di conto, una buona regolamentazione e la possibilità di osservare i prezzi in tempo reale.

🥇 Broker IC Markets
🏢 Sede Australia
⚖️ Licenza ASIC
📈 Piattaforma WebTrader – MT4 – cTrader
🔥 Asset popolari Forex – Azioni
🎯 Tipologia ECN
💰 Commissioni fisse Si
🏆 Rating (0/5) ⭐️⭐️⭐️

In questa guida scopriremo, passo dopo passo, se fare Forex Trading con IC Market sia conveniente.

Siete pronti? Partiamo subito!

IC Markets è un Broker serio?

Uno degli argomenti più importanti da trattare è sicuramente quello della regolamentazione, punto basilare per i broker Forex seri e affidabili.

La sede centrale del Broker è ubicata a Sidney, in Australia, con il nome di International Capital Markets Pty Ltd. La società è regolamentata ASCI, con numeri di licenza ACN: 123 289 109 e AFSL: 335692.

Per poter operare in Europa sono attive le due società sussidiarie seguenti:

  • IC Markets EU Ltd: sede principale a Cipro, licenza CySec numero 362/18 e FCA nel Regno Unito.

IC Markets non è autorizzato dalla Consob. Perché? La risposta è in queste due parole: abusivismo finanziario. La Consob, infatti, ha deciso di oscurare, a fine 2020, la piattaforma, per aver riscontrato in questo Broker delle falle, per cui è stato scelto di non concedere la licenza per poter operare in Italia.

Una doccia fredda per la società, che ha visto l’accordo previsto con la squadra calcistica Inter FC sfumare in un istante. Un contratto triennale da quasi 15 milioni di Euro complessivi sospeso e un processo complesso hanno gettato un’ombra scura sul broker australiano.

Attualmente il sito non risulta più oscurato dalla Consob e non sono state rese note le motivazioni per cui sia tornato attivo. Raccomandiamo estrema prudenza in merito.

Esistono delle valide alternative a IC Markets, che vi permetteranno di fare Trading online in maniera sicura e veloce. Tra questi ricordiamo eToro, broker n1 al mondo con 13 milioni di clienti attivi e OBRinvest, che offre ai suoi utenti una guida completa e molto ben strutturata.

Scopriamo ora quali sono le piattaforme disponibili su IC Markets.

IC Markets | Piattaforme

Il problema giudiziario con il colosso calcistico milanese non è concluso, ma il sito ufficiale è attualmente attivo anche in Italia.

Ecco le tre piattaforme disponibili:

  • WebTrader
  • Metatrader 4 e 5
  • cTrader

La prima, ovvero la WebTrader, è utilizzabile da desktop e attualmente risulta essere la meno utilizzata, a causa della scomodità e dei ritardi che una connessione internet lenta può causare.

Metatrader4, invece, è la piattaforma più utilizzata in tutto il mondo, facile e comoda da utilizzare, con un’interfaccia molto intuitiva. Questa piattaforma è consigliata ai principianti, ma è utile anche per i trader professionisti.

Inoltre, è presente la Metatrader 5 ovvero l’evoluzione della MT4, che ad oggi risulta essere un po’ più complessa da utilizzare e per questo non ha ancora avuto la spinta necessaria per prevalere sulla versione precedente.

Infine è disponibile la piattaforma cTrader: una via di mezzo tra WebTrader e MT4. Disponibile su Web, Desktop e App dedicata, sta avendo un buon riscontro tra i clienti anche se non è paragonabile alla MT4.

Tutte le piattaforme di Ic Markets sono disponibili per Windows, Mac, WebBrowser, Android e iOs.

E presente l’opzione del conto Demo, completamente gratuito e attivabile previa (veloce) registrazione.

Asset negoziabili su IC Markets

Vediamo ora quali sono gli asset disponibili su IC Markets:

  • Azioni
  • Indici
  • Forex
  • Materie prime
  • Criptovalute
  • Obbligazioni
  • Future

Le possibilità rispetto alla negoziazione di valute è molto ampia, le azioni sono invece scarse, poiché è possibile negoziare solo i titoli sull’indice borsistico NYSE e NASDAQ. Le criptovalute disponibili sono 7, idem per le materie prime.

Per quanto riguarda il Forex, invece, possiamo confermare la competitività del Broker, che può essere rapportata al top di gamma del settore, ovvero OBRinvest: coppie valutarie numerose, disponibilità della piattaforma MT4 e spread bassi sono solo alcune delle importanti caratteristiche di questo broker.

Nel settore del mercato azionario, il paragone positivo è con il broker Benchmark per i titoli USA, mentre nulla può contro eToro, che offre moltissimi titoli sia europei che asiatici. Una nota piuttosto dolente, poiché i titoli azionari di questi mercati sono davvero molto richiesti.

Un altro broker con un’offerta molto ampia sulle azioni è Trade.com, permettendo anche di negoziare titoli fin dalle fasi di IPO: un servizio davvero ottimo che IC Markets non ha.

L’offerta sulle criptovalute è relativo a: Bitcoin, Ethereum, Ripple, Ethereum, Bitcoin Cash, Dash e Litecoin. Anche in questo caso la selezione offerta non è molto ampia.

IC Markets | Costi e Commissioni

Un’altra questione molto importante è sicuramente legata ai costi e alle commissioni che la piattaforma IC Markets richiede ai suoi clienti.

A livello di Marketing, IC Markets dichiara di avere Asset con spread a 0.0 pips, quindi pari per l’appunto a zero. Per essere sicuri che corrisponda al vero procediamo con una veloce analisi.

IC Markets è un Broker ECN, ovvero la sua caratteristica principale è di offrire un accesso diretto al mercato. I costi, in questo caso, sono legati agli eseguiti e allo Spread sul prezzo Bid/Ask.

Detto questo, la piattaforma presa oggi in analisi ha spread davvero molto bassi, che toccano lo 0.0, così come accennato prima. Il rovescio della medaglia è che, per account di questo tipo, il costo fisso per eseguito corrisponde a circa 3 dollari per ogni operazione svolta.

Quali sono i conti disponibili? Il broker IC Markets offre tre tipologie di conto:

  1. Raw
  2. Raw Spread
  3. Standard
  • Conto Raw: conto ECN, spread pari a 0.0 su determinati Asset, ma sono presenti varie commissioni fisse tra cui 30 € ogni 10 eseguiti, con commissioni più alte proprio sulla piattaforma maggiormente utilizzata dai traders, ovvero MT4.
  • Conto Standard: in questo caso siamo di fronte a un conto che non ha commissioni fisse ed è fruibile su MT4. Un’offerta molto competitiva, che può giocarsela bene con gli altri broker attivi in Europa.

Ricordiamoci sempre che stiamo parlando di un Broker regolamentato ed i fondi dei clienti sono protetti e garantiti da un fondo di compensazione.

Gli spread da 1 Pip, infatti,  sono in media con i Top Broker Europei come eToro o Plus500, famosi proprio per i loro spread vantaggiosi.

IC Markets | Depositi e Prelievi

Quali sono le modalità di deposito e di prelievo offerte da IC Markets? Come per tutti i broker, questo aspetto risulta essere fondamentale per capire se si è di fronte a una piattaforma che può soddisfare le nostre esigenze.

Vediamo ora le molteplici opzioni di deposito garantite:

  • Carta di credito e debito (Visa, Mastercard)
  • Neteller
  • Skrill
  • Bonifico bancario

I prelievi possono essere eseguiti con le stesse modalità attraverso il proprio account cliente, indicando la modalità con cui è stato effettuato il deposito.

Possiamo notare la mancanza di una modalità piuttosto comune e molto utilizzata in tutto il mondo: Paypal. Opzione rapida, sicura e protetta da norme rigide che tutelano gli utenti, un vero peccato che IC Markets non abbia (ancora) inserito questa modalità di deposito e di prelievo.

ic markets

IC Markets Conviene?

A fronte dell’analisi condotta in questa mini guida, siamo ora pronti per dare un giudizio imparziale sul broker IC Markets.

La vera domanda è: Ic Markets conviene per iniziare a fare Trading online?

Prima di tutto, è necessario chiarire di essere di fronte a un buon Broker, molto utilizzato in tutta Europa. Tra le note a suo favore troviamo sicuramente gli spread bassi (ridotti a 0 su alcuni Asset) e la disponibilità della piattaforma MT4, la più utilizzata del settore.

Tra le caratteristiche negative, invece, vi sono sia l’assenza di azioni Europee che le problematiche legate alle controversie con la Consob, che hanno fatto saltare un contratto milionario con l’Inter FC e non hanno sicuramente giovato al buon nome dell’azienda.

Crediamo dunque di poter affermare che IC Markets si collochi in una fascio di medio/alto livello, un pelo sopra Degiro e Oanda, ma sempre un gradino sotto eToro, vero Leader di settore.

Alternative a IC Markets

Come abbiamo osservato fino ad ora, stiamo parlando di un buon Broker che offre un servizio di qualità in materia di investimenti online.

Per collocarlo al meglio all’interno dell’industria del Trading dobbiamo confrontarlo con i Top del settore, categoria per categoria.

1. Formazione

Servizio molto apprezzato dai clienti, è uno dei punti deboli di IC Markets. Ci sono alcuni articoli formativi aggiornati al 2017, quindi ormai obsoleti. Per il resto ci sono informazioni basiche e di scarso interesse.

Questo servizio, confrontato con l’Ebook di OBRinvest o con la xStation di XTB, è di qualità nettamente inferiore.

2. Spread

In questo ambito collochiamo il Broker oggetto della nostra recensione tra i migliori in assoluto. Anche il conto Standard (quindi non ECN) offre spread davvero competitivi.

In Europa solo Capital.com regge il confronto, offrendo differenziali ancora più bassi. 

3. Investimento automatico

Ormai sempre più investitori scelgono soluzione per negoziare sul Forex in modo automatico. IC Markets non ha un servizio specifico come il sistema Copy o Mirror, l’unica opzione è quella di caricare un Expert Advisor su Metatrader.

In questo campo il Leader indiscusso è eToro con il suo brevetto Copy Trading, la migliori soluzione per il Trading automatico.

4. Servizio clienti

Noi di CorsoForexTrading abbiamo provato il servizio clienti del Broker ed è risultato professionale e rapido nelle risposte. 

Senza dubbio tra i migliori in assoluto tra i Broker operanti in Europa.

Conclusioni

In questo articolo abbiamo gettato le basi per poter comprendere qualcosa in più sul Broker australiano IC Markets, con la stesura dei pro e dei contro e le caratteristiche fondamentali da conoscere, prima di iniziare a investire il proprio denaro.

IC Markets è un broker molto utilizzato che ha all’attivo una bella scelta di piattaforme, tra cui spicca senza dubbio la MT4. La sua modalità ECN rende disponibili sia i conti con costi fissi che senza costi.

L’oscurazione del sito in Italia, avvenuta alla fine del 2020 ad opera delle Consob per abusivismo finanziario, è una vera macchia nera su di un percorso piuttosto pulito. La controversia con L’Inter FC, legata proprio a questo accadimento, ha portato alla perdita di circa 15 milioni di dollari.

Come finirà questa triste vicenda? Restiamo in attesa dei risvolti, positivi o negativi che siano.

Valutazione finale su Ic Markets: 3,5/5

FAQ IC Markets

IC Markets è un broker sicuro?

Si, dal momento che gode della licenza ASIC per l’Australia oltre a Cysec e FCA. Si tratta quindi di un Broker solido e sicuro.

IC Markets applica commissioni fisse?

Trattandosi di un Broker ECN applica costi fissi sull’eseguito.

Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Di Rossella

Controlla anche

obrinvest broker recensione

OBRinvest: Analisi completa di questo Broker Forex

In questa recensione abbiamo scelto di parlarvi del Broker OBRinvest, piattaforma di grande successo che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *