Migliori 10 Indicatori Forex Trading affidabili: Elenco 2022

In questa guida scopriremo quali sono i 10 migliori indicatori Forex che ogni Trader dovrebbe conoscere per investire con successo nel mercato valutario.

Un indicatore di Trading è uno strumento che poggia su basi matematiche e statistiche ed ha la finalità di fornire indicazioni accurate circa l’andamento futuro del prezzo di un Asset. Solitamente ogni indicatore viene settato sulla base di fattori rilevanti, quali:

  • Prezzo di apertura
  • Prezzo di chiusura
  • Valore minimo
  • Valore massimo
  • Volatilità 
  • Volume

Attenzione: nessun indicatore Forex è in grado, da solo, di suggerire una strategia perfetta nel breve e nel lungo periodo. Occorre confrontare i segnali ricevuti con le indicazioni dell’analisi tecnica e fondamentale, oltre a mixare 2 o 3 indicatori per un segnale più forte e preciso.

Dove trovare i migliori indicatori per il Forex? Senza dubbio sulla piattaforma Metatrader del broker Capex, la più completa e professionale per l’analisi tecnica e grafica. Al suo interno sono disponibili tutti i principali indicatori, accessibili con pochi click. Suggeriamo a tutti di scaricare una versione demo della MT4 ed iniziare a testarli, senza rischiare nulla:

Clicca qui per scaricare subito una Metatrader gratuita

Quali sono i migliori indicatori Forex? Ecco una tabella con i 10 più utilizzati dai traders di tutto il mondo:

🎯 INDICATORE ⭐️ TIMEFRAME 🏆 AFFIDABILITA’
Medie Mobili Scalping ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️
Relative Strenght Index Scalping ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️
MACD Day Trading ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️
Stocastico Day Trading ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️
Fibonacci Swing trading ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️
Bollinger Swing Trading ⭐️⭐️⭐️⭐️
Ichimoku Swing Trading ⭐️⭐️⭐️⭐️
Parabolic Sar Long Term ⭐️⭐️⭐️⭐️
ADX Long Term ⭐️⭐️⭐️⭐️
Pivot Point Long Term ⭐️⭐️⭐️⭐️
Migliori Indicatori Forex

Un suggerimento iniziale? Il funzionamento di questi indicatori viene approfondito nella xStation, una accademia formativa ricca di esempi pratici volti ad utilizzare al meglio ogni indicatore. La Academy è gratuita e per iscriversi basterà completare l’iscrizione (gratuita!):

Clicca qui per entrare nella xStation gratuita offerta da XTB

1. Medie Mobili

L’indicatore Forex più utilizzato è quello delle medie mobili, per via della loro semplicità ed allo stesso tempo dell’efficacia che offre.

Le medie mobili possono essere di 3 tipologie: semplice, esponenziale e ponderata. Vengono impostate su “periodi” da analizzare ed offrono quindi una media dell’andamento del prezzo preso in esame.

La modalità di trading più utilizzata è quella di inserire una media mobile veloce (10 periodi) ed una lenta (50 periodi), in modo da ottenere i seguenti segnali operativi:

  • Quando la MM veloce incrocia al rialzo quella lenta: BUY
  • Quando la MM veloce incrocia al ribasso quella lenta: SELL

Ecco un esempio grafico:

indicatori forex media mobile

Specifichiamo che le medie mobili esponenziali e ponderate daranno un peso specifico maggiore agli ultimi periodi presi in considerazione.

Molto pratico da utilizzare, è uno degli indicatori preferiti dai principianti proprio per la facilità con la quale è possibile settarlo.

Clicca qui per fare pratica con le Medie Mobili

2. Relative Strenght Index

Tra i migliori Indicatori Forex dobbiamo menzionare il Relative Strenght Index (RSI). La sua forza consiste nella semplicità di utilizzo, dal momento che si basa su 2 livelli:

  • 0 – 30: ipervenduto
  • 70 – 100: ipercomprato

Misurando la forza relativa del mercato, il nostro RSI ci dirà se l’Asset è attualmente sopravvalutato o sottovalutato. Il segnale che ne deriva è immediato: SELL in caso di ipercomprato e BUY in caso di ipervenduto.

indicatore forex rsi

Spesso RSI permette anche di scorgere divergenze con il prezzo reale, anticipando così la fine di un Trend in corso.

Perfetto per lo Scalping, offre le indicazioni migliori su Timeframe che vanno da M5 fino a M30, quindi con orizzonte temporale a breve termine.

Clicca qui per fare pratica con l'RSI

3. MACD

Il MACD è uno dei migliori indicatori per il Forex e si compine di due parti:

  • Istogramma
  • Media mobile esponenziale

La finalità del MACD è quella di rilevare divergenze con il prezzo, anticipando così un’inversione di mercato. Anche la sua lettura nel grafico è molto semplice:

indicatore macd

Alcuni Traders utilizzano il MACD come unico indicatore per definire la strategia di Trading, altri invece lo utilizzano a supporto di altre indicazioni provenienti dall’Analisi tecnica.

Noi di CorsoForexTrading suggeriamo sempre di utilizzarlo con altri indicatori, in questo caso i Volumi saranno utilissimi per la conferma del segnale di acquisto o vendita.

Clicca qui per fare pratica con il MACD

4. Stocastico

Molto simile al già citato RSI, lo Stocastico è un indicatore Forex che nasce negli anni ’50 con la finalità di dare indicazioni agli investitori circa le potenziale aree per la “presa di profitto”.

Con questo termine si indicano livelli dove compratori o venditori hanno esaurito la loro spinta e stanno quindi chiudendo le loro posizioni per monetizzare.

Anche lo Stocastico ha un range compreso tra 0 e 100:

indicatore forex stocastico

Molto popolare nel Forex, esprime con buona precisione la volatilità delle principali coppie valutarie.

Clicca qui per fare pratica con lo Stocastico

5. Fibonacci

Ideato dal genio di Leonardo Fibonacci, questa teoria indica che ogni cosa nell’universo tende verso una dimensione ottimale. L’idea è stata poi ripresa anche dagli analisti tecnici che hanno verificato la bontà di questa teoria anche applicata al Forex Trading.

Molto complessa nella sua formulazione matematica, possiamo riassumere dicendo che il numero perfetto per Fibonacci è 1.618. Anche il prezzo all’interno di un grafico tenderà a muoversi rispettando vari punti-chiave, determinati in precedenza:

indicatore forex fibonacci

Nello specifico, in base allo slancio del mercato ci sono altri livelli di Fibonacci quali: 23,6%, 38,2%, 50,0%, 88,6%, 127,0%, 261,8% e così via.

Occorre fare pratica prima di impostare correttamente Fibonacci nella nostra piattaforma. Ad esempio, specifichiamo con in un trend rialzista occorre posizionare l’indicatore dal basso verso l’alto. Viceversa, in presenza di un Trend ribassista andremo a puntare il cursore nel punto più alto del grafico per poi scorrere verso il basso.

Clicca qui per fare pratica con Fibonacci

6. Bollinger

Ideato da John Bollinger, questo indicatore di Trading è ottimo per delimitare il range di un Asset. Le bande di Bollinger si compongono di 3 aspetti:

  • Deviazione standard rialzista
  • Deviazione standard ribassista
  • Media mobile centrale

Come possiamo vedere dal grafico questi 3 punti delimitano in modo chiaro l’area operativa del grafico:

bande di bollinger

Ne consegue che le deviazioni standard fungeranno da supporto e resistenza, un valore utilissimo per entrare a mercato sulla base di rimbalzi o di Breakout.

Sono supporti dinamici che vengono ricalcolati sulla base delle ultime figure del grafico. Offrono interessanti spunti per investire a medio termine ed il Timeframe più indicato per questo indicatore è il giornaliero (D1).

Clicca qui per fare pratica con Bollinger

7. Ichimoku

Ichimoku Kinko Hyo oppure Ichimoku Cloud è uno dei migliori indicatori Forex poiché affidabile e completo.

Il punto cruciale è definito Kumo Cloud, una sorta di Pivot Point che definisce il Trend in corso ed il contesto del mercato. A livello generale, quando i prezzi sono sopra questo livello parleremo di tendenza rialzista, al contrario di tendenza ribassista:

indicatore forex ichimoku

Molto importanti sono anche i cosiddetti Tenkan Sen e Kijun Sen, due medie mobili particolari che offrono indicazioni di entrata a mercato sulla base dei loro incroci (rialzisti o ribassisti).

La teoria che si cela dietro questo indicatore è particolarmente complessa, anche se poi la sua applicazione pratica è abbastanza intuitiva. Vale la pena scoprirne di più poiché tutti coloro che lo utilizzano per investire nel Forex giurano di trovarlo estremamente utile e preciso nella sue indicazioni.

Clicca qui per fare pratica con Ichimoku

8. ADX

Nel contesto del Forex lindicatore ADX indica la volatilità di una coppia di valute. Offre un range entro il quale si presume che il Cross valutario continui il suo Trend.

Misurare la volatilità è una tecnica che ci espone al rischio di News macroeconomiche ad alto impatto (Analisi fondamentale), ecco perché occorre sempre utilizzare il nostro ADX con il calendario economico sotto mano.

indicatore forex adx

A livello generale, una volatilità alta indica una potenziale inversione del mercato. Discorso inverso in caso di bassa volatilità: trend in corso e scarse occasione di entrata a mercato.

Clicca qui per fare pratica con l'indicatore ADX

9. Parabolic Sar

Il Parabolic Sar è un indicatore Forex utilizzato dagli investitori per definire al meglio l’andamento del mercato.

Infatti, il prezzo sopra il livello Sar indicherà un mercato rialzista, discorso inverso in caso di prezzo inferiore al Sar:

indicatore parabolic sar

Definire la tendenza di un Trend è molto importante, tuttavia questo indicatore offre il meglio se utilizzato insieme ad altri valori, quali i volumi o lo stocastico RSI.

Non offre quindi un’indicazione chiara ed immediata, eppure i traders più esperti non ne riescono a fare a meno. Suggeriamo pertanto di prendere dimestichezza con il Parabolic Sar al fine di ottimizzare i nostri livelli di entrata ed uscita dal mercato.

Clicca qui per fare pratica con il Parabolic Sar

10. Pivot Point

Ecco uno degli indicatori Forex più popolari ed utilizzati: il Pivot Point. Caposaldo della strategia basata su supporti e resistenze, offre anche utilissimi spunti per la Price Action, una strategia molto popolare nel Forex.

Il Pivot Point è una zona molto importante nel grafico, in quanto indica un livello di congestione del prezzo che determinerà una spinta rialzista o ribassista:

pivot point

Definire al meglio questi punti nel grafico sarà di grande aiuto per investire nel Forex in modo profittevole, in 2 modalità:

  • Buy: rottura rialzista del punto Pivot
  • Sell: rottura ribassista del punto Pivot

Occorre prestare attenzione ai Pullback e posizionare lo Stop Loss almeno 15 pips sotto il livello di prezzo appena rotto.

I principianti del Forex utilizzano spesso questi livelli per impostare le prime strategie operative, grazie ad un’ottima facilità di utilizzo combinata a degli ottimi risultati a livello pratico.

Clicca qui per fare pratica con i Pivot Point

Come fare Trading con gli Indicatori Forex?

Come abbiamo specificato sarà importante studiare ogni singolo indicatore per poi mixarne 2 o 3 per una strategia di Trading completa ed efficace nel lungo periodo.

Molti indicatori si basano sulla definizione di un livello di prezzo, con l’operatività scandita dalla rottura o dal rimbalzo su quel livello. Tuttavia, nel Forex le coppie valutarie sono tantissime e non sempre è possibile tenere sotto osservazione ogni grafico.

Ne deriva che sarà utile affidarci a strumenti in grado di aiutarci sia nell’analisi che nella scelta del giusto Timing di investimento. Ecco 3 ottime soluzioni!

1. Trading Central

Con il nome di Trading Central facciamo riferimento ad un rinomato centro di analisi tecnica, molto popolare in europa. Tra i servizi offerti troviamo analisi accurate, ricerche ed analisi di mercato ed una Web Tv per restare sempre aggiornati.

Senza dubbio si tratta di un valido alleato per ogni traders, sia principiante che professionista. Ebbene, i servizi della Trading Central sono presenti su Capex, un broker che gode di una partnership con il centro di analisi.

Pertanto tutti i clienti di Capex potranno beneficiare di analisi di mercato professionali e puntuali, senza nessun costo aggiuntivo:

Clicca qui per richiedere i servizi gratuiti della Trading Central

2. Trading Automatico

Un’ottima opzione è quella di automatizzare l’investimento, almeno con una parte del capitale destinato al Forex Trading.

Ecco un suggerimento: utilizzare il Copy Trading e copiare le operazioni dei migliori Traders attivi nel mercato Forex. Il meccanismo è semplice, si scelgono i più bravi e con un click si copiano tutte le loro operazioni.

In questo modo possiamo approfittare per studiare le loro operazioni ed apprendere direttamente dai migliori!

Clicca qui per testare il servizio di Copy Trading

3. Expert Advisors

Un’ottima soluzione intermedia è rappresentata dagli Expert Advisor, ovvero dei Robot che aprono e chiudono operazioni in automatico.

Occorrerà settare il nostro EA e poi testarlo su Demo per verificarne la capacità di generare profitti. Disponibili su Metatrader possono anche essere acquistati già pronti per l’uso.

Suggeriamo sempre di testarli e solo in un secondo momento caricarli su conto reale. Ecco il Link per una Metatrader dove fare girare i nostri EA:

Scarica qui la Metatrader gratuita di Capex

Conclusioni

Una rassegna completa ed aggiornata sui 10 migliori indicatori Forex per un Trading profittevole.

Noi di CorsoTradingForex abbiamo scritto questa rassegna per aiutare i Traders a fare chiarezza nel vasto mondo degli indicatori ed imparare ad utilizzarli correttamente.

Terminata la parte teorica, occorre iniziare a fare pratica sul campo! Per fare ciò occorre un conto Demo dove investire sul Forex con denaro virtuale e senza rischi.

Di seguito la tabella dove registrarsi in pochi minuti, senza costi, ed iniziare a fare Trading sul Forex:

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 50€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: xtb
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita
  • Corso Gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: capex
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma MT5
  • Zero commissioni
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

     

    FAQ

    Quali sono i migliori indicatori per il Trading sul Forex?

    Molto dipende dalla strategia di Trading utilizzata, tuttavia i più popolari in assoluto sono le media mobile, lo stocastico RSI ed il MACD. La lista completa nella nostra guida.

    Come fare Trading con gli Indicatori Forex?

    Il primo passo è quello di settarli in modo corretto. Successivamente bisognerà confrontare il segnale ricevuto con altri indicatori, per un’ulteriore conferma. Infine, sarà possibile entrare a mercato attraverso la piattaforma di trading.

    Clicca per votare questo articolo!
    [Total: 0 Average: 0]

    Di claudio

    Controlla anche

    strategia forex trendline

    Strategia Forex TrendLine: guida completa al suo utilizzo

    Scopriamo in questa guida cos’è e come funzionano le TrendLine, all’interno di una strategia di …

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.