Grafici forex: tipologie, come leggerli e interpretarli

Pubblicato: Dicembre 15, 2022 di Francesco

Se hai aperto il nostro approfondimento è perché sarai sicuramente alla ricerca di una guida chiara e dettagliata sui grafici forex, ossia grafici che mostrano l’andamento di una determinata coppia valutaria (come ad esempio EUR/USD).

Capire nello specifico cosa sono e come leggere i grafici forex principali è uno dei passaggi fondamentali se sei intenzionato a fare trading. Questi strumenti non permettono solamente di vedere qual è il prezzo dell’asset in tempo reale, ma offrono tante altre potenzialità.

Non tutti i grafici sono uguali e non tutti possono essere analizzati ed interpretati nella stessa maniera. Ecco perché abbiamo deciso di soffermarci sia su aspetti conoscitivi, ossia sulla teoria, sia su aspetti prettamente pratici.

Imparare a leggere i grafici forex richiede la presenza di una piattaforma professionale e regolamentata. Una delle più complete è LiquidityX, che mette a disposizione diverse tipologie di grafici, presentati in modo molto semplificato ed interattivo.

Così facendo puoi subito analizzare la tua coppia in valuta, anche utilizzando il conto demo e piazzare la tua strategia a mercato. Con i grafici di LiquidityX puoi anche utilizzare decine di indicatori in modo diretto, così da studiare nel dettaglio come si sta muovendo una coppia forex.

Clicca qui per accedere ai grafici forex su LiquidityX

Tabella di riepilogo sui grafici forex

🏷️ Cosa sono Grafici per studio tecnico
👍 Quanto costano Sono gratuiti sulle migliori piattaforme
⚖️ Tipologie di grafici A barre, a candele, lineari e a montagna
🥇 Migliore broker con grafici LiquidityX

Cosa sono i grafici forex?

I grafici forex sono la rappresentazione dinamica dell’andamento di una coppia valutaria, ossia della relazione che intercorre fra una valuta ed un’altra. Un tipico esempio è EUR/USD, ossia il grafico che mette in relazione l’euro con il dollaro americano.

Come sappiamo, ogni coppia in valuta ha un andamento variabile, che cambia attimo dopo attimo sulla base di tantissimi fattori di influenza. La legge della domanda e dell’offerta fa aumentare il prezzo (trend rialzista), o diminuire il prezzo (trend ribassista).

I grafici forex sono quindi uno degli strumenti più importanti in analisi tecnica, perché permettono di ottenere tantissime informazioni, soprattutto se utilizzati in associazione ai cosiddetti forex patterns, ossia figure che possono dare segnali su ipotetiche direzioni future.

Il trader ha quindi subito una duplice possibilità. Da una parte può constatare attimo dopo attimo il valore in tempo reale della coppia valutaria di interesse e dall’altra può esaminare nel dettaglio il suo storico, confrontando i punti di massimo e di minimo con i prezzi di oggi.

Come funzionano i grafici forex?

Il funzionamento dei grafici forex è abbastanza semplice ed intuitivo, poiché la piattaforma che li mette a disposizione si basa su semplici software che, prendendo i dati aggiornati sui prezzi delle coppie in valuta, trasformano l’informazione matematica in un’immagine visiva.

Un ottimo sistema per guardare da vicino e nel dettaglio le quotazioni forex, avviare studi e piazzare le proprie strategie forex in base ai segnali ricevuti. I grafici forex sono strutturati quasi sempre con due assi:

  1. asse verticale y, sul quale sono solitamente segnati i prezzi, che crescono man mano che l’asse sale verso l’alto;
  2. asse orizzontale x, sul quale è invece segnato il parametro temporale, ossia il cosiddetto timeframe, che aumenta da sinistra verso destra, fino ad arrivare alla cosiddetta quotazione in tempo reale.

Chi vuole investire nel forex deve imparare ad utilizzare i grafici, prendendo dimestichezza con gli stessi. Una loro analisi permette anche di studiare la lotta di supremazia fra gli acquirenti e venditori sul mercato, riferita al cosiddetto sentiment in diversi orizzonti temporali.

Sulle migliori piattaforme, come ad esempio LiquidityX, hai la possibilità di impostare diversi timeframe sui grafici, così da isolare determinati periodi ed avviare gli studi. Puoi ad esempio settare periodi mensili, a 5 anni, settimanali ed anche giornalieri, a 24 ore.

Come leggere i grafici forex

Arrivati a questo punto, è importante soffermarsi nel dettaglio su come leggere i grafici forex, prendendo in considerazione quelli più importanti, ma soprattutto più utilizzati dalle comuni piattaforme di trading online.

Tutti i grafici che presenteremo ti permettono ovviamente di conoscere sia il prezzo attuale, ossia in tempo reale, sia di tornare indietro nel tempo e di confrontare i cosiddetti dati storici con i prezzi nel brevissimo periodo.

A cambiare saranno solamente le modalità di rappresentazione grafiche, che possono o meno essere adatte a specifiche tipologie di forex trader (se più esperto, o se principiante).

Le tipologie di forex grafici più utilizzate sono:

  1. Grafici forex a candele;
  2. Grafici forex a barre;
  3. Grafici forex a linee;
  4. Grafici forex a montagna.

Grafici forex a candele

Il grafico a candele giapponesi, chiamato anche candlestick, è uno dei più utilizzati dagli appassionati ed esperti di trading. Come indica il termine stesso, è basato sulla presenza di barre colorate verticali, che si “riempiono” sulla base degli andamenti.

Il colore è una caratteristica importante che lo differenzia rispetto ai più tradizionali grafici a barre. In questo caso i colori che vengono utilizzati sono due, quasi sempre il verde (che indica l’aumento dei prezzi) ed il rosso (che indica la diminuzione dei prezzi).

Ogni “candela” è aperta e chiusura da linee molto sottili nella parte centrale, che rappresentano idealmente lo stoppino della candela. Le stesse non sono altro che i prezzi di apertura e di chiusura, nonché i punti di massimo e di minimo in quel determinato timeframe.

Grafici forex a barre

Lo dicevamo: il grafico a barre è una versione molto più semplificata del grafico a candele, poiché si compone sempre di barre verticali, ma che non sono colorate. Sono grafici forex quindi adatti a chi ha già dimestichezza sul mercato e sa già leggere le quotazioni forex.

Hai comunque la possibilità di leggere in modo chiaro e dettagliato il prezzo di apertura, il prezzo di chiusura e la distanza che intercorre fra una barra e l’altra, ossia fra un trend ed un altro. La lunghezza della barra rappresenta l’estensione del prezzo in quel timeframe.

In analisi tecnica, isolando un determinato periodo di tempo su un grafico a barre ti permette di studiare la presenza di patterns specifici, che possono o meno indicare un momento di continuità, di neutralità, o di inversione di tendenza.

Grafici a linee

Il grafico forex a linee è sicuramente il grafico più semplice del trading online, poiché è rappresentato solo da una linea, composta da diversi punti. Gli stessi punti sono semplicemente le chiusure e le aperture dei prezzi della coppia valutaria.

La lettura è in ogni caso identica a tutti i grafici, poiché nell’asse inferiore è espresso il tempo, mentre nell’asset verticale sono espressi i prezzi. È poco utilizzata in analisi tecnica, perché serve prettamente per leggere rapidamente il prezzo nell’immediato, sia attuale che storico.

Grafico a montagna

Il grafico a montagna è una variante molto interessante del grafico lineare, anche se poco utilizzata in campo tecnico per le stesse motivazioni del grafico lineare. La differenza più marcata sta nell’area posta al di sotto la linea del trend.

La stessa è colorata diversamente rispetto alla parte superiore, facendo apparire il grafico forex come una vera e propria catena di montagne. I “picchi” dei monti rappresentano i punti di massimo di quel periodo, mentre le “valli” rappresentano i punti di minimo di quel timeframe.

Come si usano i grafici nel forex trading

Per comprendere come si usano i grafici nel forex trading è bene considerare tutti gli utilizzi che questi strumenti mettono a disposizione. Quello più ovvio è la visione della quotazione in tempo reale, che ti permette di constatare il valore del cambio in live.

Con lo stesso valore puoi anche calcolare nell’immediato i cosiddetti spread forex e valutare se il prezzo è troppo alto o troppo basso per un eventuale ingresso a mercato. I grafici forex sono poi utilizzati anche per analizzare le correlazioni forex tra diverse coppie in valuta.

Restando in tema analisi tecnica, le migliori piattaforme di trading permettono di utilizzare decine di indicatori per studiare, sulla base dei risultati storici ed attuali, periodi di ipercomprato, ipervenduto, di possibile continuità, o inversione dell’andamento.

Non per ultimo, sulla base delle figure che si creano, il trader può intuire se il trend dominante della coppia valutaria continuerà o meno. Ciò grazie all’individuazione di figure quali flags, pennants, testa e spalle, doppio massimo e doppio minimo e molto altro ancora.

Dove guardare i grafici forex

Per guardare i grafici forex ed accedere alle quotazioni delle principali coppie in valuta, puoi utilizzare le migliori piattaforme di trading online. Contrariamente da altri siti, le piattaforme di trading hanno un duplice vantaggio:

  1. permettono di studiare i grafici forex, sia nell’immediato che da un punto di vista storico, così da strutturare la propria strategia di investimento;
  2. permettono successivamente di investire senza cambiare piattaforma – ne deriva un importante risparmio di tempo, ma soprattutto la possibilità di poter agire nell’immediato nell’apertura, modifica, o chiusura delle posizioni.

Nella maggior parte dei casi i grafici forex sono sempre molto intuitivi e facili da trovare. Una volta che si è effettuato l’accesso sulla piattaforma è possibile cercare la coppia di interesse nella sezione forex ed aprire la pagina specifica dello strumento.

A questo punto, dopo aver guardato ed esaminato i grafici, le piattaforme permettono di operare con strategie di acquisto (se si pensa che il prezzo salirà), oppure con strategie di vendita (se si pensa che il prezzo scenderà), grazie alla presenza di strumenti derivati (CFD).

Grafici forex online gratis

Non tutte le piattaforme permettono di accedere alla negoziazione ed alla visione dei grafici forex gratis. È quindi opportuno tenere bene a mente alcune caratteristiche essenziali che puoi valutare tu stesso prima di effettuare una registrazione:

  • presenza delle regolamentazioni: è un aspetto importante perché garantisce la professionalità della piattaforma e quindi l’erogazione di dati e prezzi sui grafici sempre reali ed aggiornati;
  • diverse tipologie di grafico: se un broker propone più tipi di grafici forex, come quelli indicati in precedenza, hai più punti di vista da poter esaminare;
  • costo zero: la visione dei grafici forex deve essere gratuita sulle piattaforme più professionali.

Un broker che permette di accedere a grafici forex senza nessun costo è LiquidityX. Con lo stesso, oltre a poter utilizzare decine di strumenti tecnici, puoi anche ottenere gratuitamente segnali forex inviati da un centro di esperti e professionisti del settore.

Se non hai molta pratica con lo studio dei grafici puoi partire subito con un comodo account demo. È una simulazione con capitali virtuali, caricati automaticamente dalla piattaforma, senza limiti di tempo, senza obbligo di deposito e gestibile anche tramite app.

Clicca qui per accedere ai grafici forex su LiquidityX

Grafici forex e indicatori forex

Lo abbiamo ricordato in precedenza: i grafici forex sono lo strumento base per utilizzare gli indicatori tecnici, ossia indicatori analitici che permettono al trader di ottenere potenziali segnali forex sull’andamento e sul trend di una coppia in divisa.

Gli strumenti tecnici che puoi utilizzare sui grafici forex sono essenzialmente due:

  • indicatori di sovrapposizione, come ad esempio le medie mobili, le Bande di Bollinger, le medie esponenziali e così via;
  • oscillatori, che si focalizzano prettamente sulle oscillazioni del trend, come ad esempio MACD, RSI, MOMENTUM e così via.

L’associazione degli indicatori con i grafici è importante anche per studiare possibili previsioni forex, a loro volta indispensabili per piazzare strategie oculate e ben scelte. Le migliori piattaforme ti permettono di utilizzare decine di indicatori in modo gratuito, anche tramite account demo.

Grafici forex

Conclusioni

Con l’approfondimento odierno abbiamo compreso nel dettaglio cosa sono e come funzionano i grafici forex. Con gli stessi puoi ottenere tantissime informazioni sulla quotazione di una coppia valutaria, a partire dai prezzi in live, fino ad arrivare ai trend storici.

Una rapida esposizione dei grafici più importanti, ci ha permesso di capire da vicino come leggere sia quelli più semplici e basilari, sia quelli più complessi e rilevanti, per effettuare analisi tecnica sul mercato (si pensi ad esempio a quelli a candele).

Abbiamo infine indicato dove leggere i grafici forex. Fra le proposte più interessanti ricordiamo ancora una volta LiquidityX, perché mette a disposizione oltre 50 indicatori da poter utilizzare sui grafici, proponendo diverse tipologie di figure da poter studiare.

Clicca qui per accedere ai grafici forex su LiquidityX

FAQ

Quanto costa guardare un grafico forex?

Guardare i grafici forex non costa nulla, a patto di fare affidamento solo su piattaforme professionali, regolamentate e che ti permettono anche di iniziare ad investire senza impegno, partendo da un conto demo.

Dove trovare i grafici forex gratis?

Puoi trovare i migliori grafici forex gratis sulle migliori piattaforme di trading, come ad esempio LiquidityX, che ti permette anche di utilizzare decine di indicatori tecnici per studiare il trend della tua coppia valutaria di interesse.

Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Di Francesco

Controlla anche

Price Action Ltd

Price Action Ltd: cos’è, come funziona e opinioni

Pubblicato: 31 Gennaio 2023 di FrancescoOggi parliamo di Price Action Ltd, ossia un fornitore di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *